Cellule staminali amniotiche per…

Uno studio laboratoriale …

Tumori: nanocapsule come soldati…

(ANSA) - SESTO SAN GIOVAN…

Fascite necrotizzante: batterio …

I batteri responsabili d…

Biotecnologie dedicate al "sorri…

Secondo un vecchio detto,…

Sviluppate nanoparticelle contro…

[caption id="attachment_1…

Telethon: scoperto nuovo gene as…

Identificato il gene resp…

Il sistema endocannabinoide mett…

[caption id="attachme…

Alzheimer: arteterapia e sindrom…

Applicata alla demenza,…

Come la mente crea mappature mul…

Un team di ricercatori no…

La strategia dei tumori per elud…

[caption id="attachment_6…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Epatite A: oltre 1400 i casi segnalati in Europa collegati al consumo di frutta rossa

Sono stati 1.444 i casi segnalati di Epatite A collegati al consumo di frutti rossi congelati nell’ultimo allarme scoppiato nel maggio 2013.


A comunicarlo è l’Efsa, l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare, che ha sede a Parma. Il 90% dei casi è stato segnalato in Italia, anche se il numero potrebbe essere sottostimato, avverte l’Efsa, “a causa del lungo intervallo tra l’esposizione e l’insorgenza dei sintomi/diagnosi e il fatto che le bacche possono essere un ingrediente minore o usato come decorazione negli alimenti”. epatite_aL’allarme era partito dalla Germania, con sette casi che avevano soggiornato in stazioni sciistiche nel Nord Italia. Il focolaio è stato collegato ad alcune partite di more e ribes rosso provenienti da Bulgaria e Polonia.

I prodotti sono stati ritirati dal mercato, ma non è stato possibile individuare la causa della contaminazione, attribuibile forse al trattamento dei prodotti prima del congelamento oppure durante il raccolto. L’Epatite A è una malattia virale che colpisce il fegato e può avere effetti transitori, ma anche acuti e gravi. Il virus non muore alle basse temperature tipiche del congelamento, ma viene invece reso inattivo con una cottura di pochi minuti.

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: