Ora legale: i ritmi sconvolti e …

Cambi d'umore, insonnia e…

Talassemia: curata in un giovane…

[caption id="attachment_9…

Eternit: perché è "killer".

Asbesto, asbestosi. Parol…

Il DNA potrebbe essere prova 'vu…

[caption id="attachment_1…

Disfunzione erettile: nuovo farm…

Si scioglie in bocca in p…

Statine aiutano a prevenire un s…

[caption id="attachment_8…

Autismo: stimolazione cerebrale …

La stimolazione cerebrale…

I tumori della testa e del collo

I tumori della testa e de…

Apnea notturna e rischio di polm…

Le persone con apnea nott…

HIV: lo studio completo della "n…

Ricostruita in dettaglio …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

TONADO™ – ulteriori benefici in termini di funzionalità respiratoria e qualità di vita con l’associazione a dose fissa* tiotropio + olodaterolo Respimat® per la BPCO

boehringer

·         Prima presentazione dei risultati degli studi TONADO™ per l’unica associazione a dose fissa contenente tiotropio.

·         In studi cardine di fase III l’associazione a dose fissa tiotropio + olodaterolo erogata con inalatore Respimat® ha raggiunto gli endpoint primari di funzionalità respiratoria e qualità di vita1**

·         I risultati sono inclusi nei dossier registrativi  presentati alle autorità regolatorie in Europa e negli Stati Uniti per l’associazione a dose fissa di tiotropio + olodaterolo Respimat® 

Monaco, Germania, 8 settembre 2014 – Sono stati presentati oggi, per la prima volta, in occasione del congresso internazionale della European Respiratory Society (ERS 2014) i risultati degli studi cardine di fase III TONADO™**  sull’associazione a dose fissa tiotropio + olodaterolo erogata  tramite inalatore Respimat®. Gli studi, della durata di 52 settimane,  hanno coinvolto oltre 5.000 pazienti con BPCO e fanno parte dei dossier registrativi inoltrati recentemente alle autorità regolatorie in Europa e negli Stati Uniti per l’associazione a dose fissa tiotropio + olodaterolo somministrata tramite  inalatore Respimat® come terapia broncodilatatoria di mantenimento in pazienti con BPCO. I risultati evidenziano che, in termini di funzionalità respiratoria e qualità di vita, l’associazione a dose fissa di tiotropio + olodaterolo erogata tramite  Respimat® ha dimostrato benefici ancora maggiori rispetto alle singole monoterapie1. Aumentando in modo ancor più consistente i benefici  che i pazienti già ottengono con tiotropio in monoterapia, i risultati hanno dimostrato che l’associazione a dose fissa tiotropio + olodaterolo, erogata tramite Respimat®, può consentire a un numero ancora più alto di pazienti di tornare a condurre una vita più autonoma1,2.

La Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO) è una patologia cronica che colpisce circa 65 milioni di persone nel mondo3. Costituisce un fardello pesante per i pazienti ed è una delle principali cause di mortalità nel mondo4. Tiotropio è la terapia di mantenimento per la BPCO più prescritta al mondo con un profilo di efficacia e sicurezza ben consolidato, sostenuto dai risultati ottenuti in oltre 230 trial e confermato da un’ ineguagliata esperienza d’uso nella vita reale5. Olodaterolo è un broncodilatatore a lunga durata d’azione (LABA+++) 6che agisce rapidamente**** in monosomministrazione giornaliera sviluppato appositamente per essere associato a tiotropio.

“Tiotropio rappresenta un caposaldo nella terapia di mantenimento della Broncopneumopatia Cronico Ostruttiva, in quanto ha dimostrato di ridurre in maniera consistente il rischio di riacutizzazioni ed i relativi ricoveri, indipendentemente dal livello di gravità della patologia” ha commentato Klaus F. Rabe, Professore di Medicina Respiratoria  presso l’Università di Kiel e Direttore della Divisione di Pneumologia della Clinica di Grosshansdorf, Germania.


“Molti pazienti con BPCO hanno tratto benefici da tiotropio, io stesso avrei pensato, in passato, che sarebbe stato difficile riuscire a migliorarne l’efficacia”.

 I risultati degli studi TONADO™ hanno dimostrato che l’associazione a dose fissa tiotropio + olodaterolo erogata tramite Respimat® ha migliorato in maniera significativa la funzionalità respiratoria e la qualità di vita correlata, rispetto alla monoterapia con i  farmaci che compongono l’associazione1. Questi risultati sono a sostegno dell’efficacia  dell’associazione tiotropio+olodaterolo in monosomministrazione giornaliera come opzione terapeutica di mantenimento, ad azione rapida e di lunga durata, per i pazienti con BPCO1,7.

“I risultati di TONADO sono estremamente promettenti per i pazienti con BPCO” ha aggiunto il Professor Rabe. “Il livello di miglioramento rilevato dai punteggi relativi alla  qualità di vita indica, ad esempio, che i pazienti possono essere in grado di svolgere con maggiore facilità normali attività quotidiane come lavarsi, vestirsi, fare la spesa o salire le scale”.

 I dati mostrano, altresì, che l’associazione a dose fissa tiotropio + olodaterolo erogata tramite Respimat® è stata ben tollerata e ha un positivo profilo di sicurezza simile a quello delle rispettive monoterapie quali tiotropio o olodaterolo8. I risultati degli studi TONADO™ unitamente a quelli dello studio VIVACITO™ 7, presentati nei mesi scorsi, costituiscono la parte più rilevante  dei dossier registrativi recentemente inoltrati alle autorità regolatorie in Europa e negli Stati Uniti per l’associazione a dose fissa tiotropio + olodaterolo erogata tramite Respimat® come terapia della BPCO.

Gli studi TONADO™ fanno parte del programma di studi clinici di Fase III TOviTO che, con oltre 8000 pazienti arruolati, è uno dei più vasti programmi di trial clinici condotti sulla BPCO.

WISDOM – nuovi  interrogativi relativi alla terapia con corticosteroidi per via inalatoria (ICS) nella BPCO

Nel corso del congresso ERS 2014 sono stati presentati per la prima volta anche i risultati dello studio della durata di 52 settimane denominato WISDOM (acronimo dell’inglese Withdrawal of Inhaled Steroids During Optimised bronchodilator Management ovvero Interruzione di corticosteroidi per via inalatoria nel controllo ottimizzato della terapia broncodilatatoria) pubblicati in simultanea sul  New England Journal of Medicine. Lo studio WISDOM ha valutato la riduzione progressiva, sino all’interruzione della terapia, di corticosteroidi per via inalatoria (ICS) durante la terapia con tiotropio° e un LABA in pazienti con BPCO da grave a molto grave e storia di riacutizzazioni. Per questi pazienti le linee guida GOLD°° supportano l’aggiunta di ICS alla terapia broncodilatatoria a lunga durata d’azione9.

I risultati dello studio WISDOM suggeriscono che per quanto riguarda le riacutizzazioni di grado da moderato a grave, molti di questi pazienti con BPCO potrebbero non trarre beneficio dall’aggiunta di un ICS alla terapia con tiotropio e un LABA.9

Sulla base dell’endpoint primario¥, WISDOM ha dimostrato che, in pazienti con BPCO da grave a molto grave e storia clinica di riacutizzazioni, in terapia di mantenimento con tiotropio e un LABA il rischio di riacutizzazioni di grado  moderato/grave è stato simile, sia nei pazienti che hanno continuato il trattamento con ICS sia in quelli a cui l’ICS è stato progressivamente ridotto sino all’interruzione9.

C’è stato un transitorio aumento del numero di riacutizzazioni gravi subito dopo l’interruzione dell’ICS, ma non si è protratto per l’intero periodo di studio9.

Con oltre 2.400 pazienti arruolati, WISDOM è più ampio di tutti i precedenti studi  aggregati sulla riduzione progressiva,  sino all’interruzione, di ICS10,11,12,13,14,15.

In relazione ai risultati dello studio WISDOM, Peter Calverley, Professore di Medicina Polmonare e Riabilitativa dell’ Università di Liverpool, Regno Unito, ha dichiarato “La costatazione che molti pazienti con BPCO di grado grave e molto grave possano non aver bisogno di aggiungere ICS alla terapia d’associazione con tiotropio e un LABA è una buona notizia. Questi pazienti potrebbero pertanto evitare i potenziali seri effetti collaterali associati alla terapia con ICS, tra cui l’aumento del rischio di sviluppare polmonite e osteoporosi”.

Per maggiori informazioni consultare i media factsheet su:

http://www.newshome.com/education_hub1/respiratory.html 

*L’associazione a dose fissa tiotropio + olodaterolo è una terapia sperimentale e in quanto tale la sua efficacia e sicurezza non sono ancora state pienamente confermate.

**Gli studi TONADO™ – TONADO 1 e 2 – sono due studi analoghi. In questi studi è stata valutata l’associazione a dose fissa tiotropio + olodaterolo somministrata con Respimat® a due dosaggi: 2,5µg/5µg e 5µg/5µg. I dati riportati nel presente comunicato stampa si riferiscono a tiotropio 5µg/ olodaterolo 5µg, ovvero l’associazione a dose fissa per cui è stata inoltrata la richiesta di autorizzazione alla commercializzazione alle autorità regolatorie.

*** beta2-agonista a lunga durata d‘azione

****Dopo la prima dose

° Tiotropio 18 µg somministrato via HandiHaler®

°°Global initiative for chronic obstructive lung disease

¥ Endpoint primario di WISDOM: tempo intercorso sino alla prima riacutizzazione di grado moderato o grave della BPCO durante  i12 mesi di trattamento

Bibliografia:

1.       Buhl R, Derom E, Ferguson G et al. Once-daily tiotropium and olodaterol fixed-dose combination via the Respimat® improves outcomes vs mono-components in COPD in two 1-year studies. ERS 2014 abstract No OP1895

2.       Jones PW.  Interpreting thresholds for a clinically significant change in health status in asthma and COPD.  Eur Respir J 2002; 19: 398–404

3.       World Health Organization. Chronic Respiratory Diseases. Burden of COPD. http://www.who.int/respiratory/copd/burden/en/ [last accessed 25th July 2014]

4.       World Health Organization. Media Centre. Chronic Obstructive Pulmonary Disease (COPD) http://www.who.int/mediacentre/factsheets/fs315/en/ [last accessed 17th July 2014]

5.       Boehringer Ingelheim data on file

6.       Ferguson GT, Feldman GJ, Hofbauer P, et al. Efficacy and safety of olodaterol once daily delivered via Respimat® in patients with GOLD 2–4 COPD: results from two replicate 48-week studies. Int J Chron Obstruct Pulmon Dis 2014; 9: 629-645 DOI http://dx.doi.org/10.2147/COPD.S61717

7.       Derom E, Westerman J, Groenke L, et al. The 24-Hour Lung Function Profile Of Once-Daily Tiotropium And Olodaterol Fixed-Dose Combination Compared With Placebo And Monotherapies In Chronic Obstructive Pulmonary Disease. ATS 2014 Abstract #A148; Thematic Poster Session: D44

8.       Buhl R, Abrahams R,  Bjermer L, et al. Safety of once-daily tiotropium and olodaterol fixed-dose combination via the Respimat in chronic obstructive pulmonary disease in two 1-year studies. ERS 2014 abstract No. P922

9.       Magnussen H., Chanez C., Dahl R. et al. The impact of stepwise withdrawal of inhaled corticosteroids on exacerbations in COPD patients receiving dual bronchodilation: WISDOM study. ERS 2014 abstract No. OP1890

10.    Rossi A, Guerriero M, Corrado A, on behalf of the OPTIMO/AIPO Study Group. Withdrawal of inhaled corticosteroids can be safe in COPD patients at low risk of exacerbation: a real-life study on the appropriateness of treatment in moderate COPD patients (OPTIMO). Respiratory Research 2014, 15:77

11.    Choudhury AB, Dawson CM, Kilvington HE, et al. Withdrawal of inhaled corticosteroids in people with COPD in primary care: a randomised controlled trial. Respir Res 2007; 8: 93

12.    Wouters EFM, Postma DS, Fokkens B, et al. Withdrawal of fluticasone propionate from combined salmeterol/fluticasone treatment in patients with COPD causes immediate and sustained disease deterioration: a randomised controlled trial. Thorax 2005; 60: 480-7

13.    Schermer TRJ, Hendriks AJC, Chavannes NH, et al. Probability and determinants of relapse after discontinuation of inhaled corticosteroids in patients with COPD treated in general practice. Prim Care Respir J 2004; 13: 48-55

14.    van der Valk P, Monninkhof E, van der Palen J, et al. Effect of discontinuation of inhaled corticosteroids in patients with chronic obstructive pulmonary disease. The COPE study. Am J Respir Crit Care Med 2002; 166: 1358-63

15.    Jarad NA, Wedzicha JA, Burge PS, Calverley PMA, for the ISOLDE study group. An observational study of inhaled corticosteroid withdrawal in stable chronic obstructive pulmonary disease. Respir Med 1999; 93:161-6.

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: